Il gallo canta in fretta all’alba lontana – Casavecchia rosso – Aia delle monache

 19,00  16,00 IVA INCLUSA - Spedizione esclusa

In Stock

Quick Overview

IL GALLO DI FRETTA CANTA ALL’ALBA LONTANA

È la nostra interpretazione del Casavecchia così come lo abbiamo sempre immaginato, un vino di particolare espressione gastronomica e conviviale. Le uve provengono dalla parte più alta del vigneto di proprietà nel Comune di Castel Campagnano, condotto con tecniche agronomiche rispettose dell’ambiente.

DENOMINAZIONE
Terre del Volturno IGP
UVE
Casavecchia 100%
COLLOCAZIONE GEOGRAFICA
Zona collinare di Castel Campagnano in località Beneficio a 260 m s.l.m.
CARATTERISTICHE DEL TERRENO
Misto sabbioso-argilloso con buona dotazione organica e di scheletro
ESPOSIZIONE
Sud/Sud-Est
FORMA DI ALLEVAMENTO
Spalliera a Guyot
DENSITÀ D’IMPIANTO
5.000 ceppi/ha
ANNO DI IMPIANTO
2003
RESA PER ETTARO
60 q.li
TIPO DI AGRICOLTURA
Biologico non certificato
MODALITÀ DI RACCOLTA
Raccolta e selezione manuale in cassette da 15 kg
EPOCA DI VENDEMMIA
Fine settembre
VINIFICAZIONE
Diraspatura delicata e lenta; pigiatura degli acini integri e trasferimento del mosto in serbatoi di acciaio inox per la fermentazione a temperatura controllata (24°- 26°C); macerazione sulle bucce per 8/10 giorni; svinatura, decantazione, travasi; fermentazione malolattica
MATURAZIONE E AFFINAMENTO
Affinamento parte in serbatoio di acciao, parte in tonneaux di rovere francese e parte in ceramica per circa 8 mesi. Imbottigliato nella primavera successiva alla vendemmia; sosta in bottiglia per almeno 4 mesi
TITOLO ALCOLOMETRICO
12,50% vol
DESCRIZIONE
Rosso porpora brillante, al naso sentori di frutti rossi freschi, si lascia apprezzare per la sua beva decisa ed appagante, contraddistinta da piacevole freschezza agrumata
TEMPERATURA DI SERVIZIO
15°C – 16°C

10 disponibili

Confronta
COD: RCPS-CASVRSSAIA07500016 Categorie: , , , , , Tag: , , , , ,

Product Description

L’azienda

Solo due piccoli vigneti, due ettari e mezzo di terreno impiantati nei primi anni duemila con i vitigni autoctoni casertani Pallagrello Bianco, Pallagrello Nero e Casavecchia.
Le vigne, attraversando primi strati di suolo sabbioso/argilloso mediamente pesante, oggi sono arrivate a poggiare le proprie radici sulle arenarie di Caiazzo.

 

Pallagrello, Casavecchia e Asprinio

Il Pallagrello Bianco presenta grappolo piccolo e compatto con acini piccoli perfettamente sferici, da cui il nome Pallagrello (piccola palla). Il Pallagrello Nero, invece, pur mantenendo la caratteristica tipica dell’acino sferico, presenta grappolo più grande e non sempre molto compatto.
Il Casavecchia presenta grappoli grandi, allungati e molto spargoli, mentre l’acino è ellittico con buccia molto spessa e croccante.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il gallo canta in fretta all’alba lontana – Casavecchia rosso – Aia delle monache”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X