Luca Doro: Quando l’amore per la propria terra supera ogni confine.
Tempo di lettura stimato meno di: 4 minuti:

Voglio iniziare questo articolo già dalla fine. Per me, e per noi di Reciper Luca ha già vinto. 

Per chi non lo conoscesse, Luca Doro è un pizzaiolo della provincia di Caserta, per essere precisi Macerata Campania un piccolo paese nel profondo sud campano.

Da anni impegnato nel valorizzare la sua terra, condividendo uno stile di vita sano grazie all’uso di prodotti in conversione biologica o appartenenti al presidio Slow Food  è riuscito negli ultimi tempi a raggiungere traguardi importantissimi.

 

(Già qualche tempo fa abbiamo parlato di della sua pizzeria in un articolo che puoi leggere qui nel caso te lo fossi perso.)

 

(In foto una delle pizze della Pizzeria Doro Gourmet)

 

 

L’alleanza al presidio Slow Food dei pizzaioli, la partnership forte con il Molino Quaglia e l’impiego di farine nobili come quelle della linea Petra®, il presenziare sulle migliori guide gastronomiche italiane, la partecipazione al programma Mica Pizza e Fichi su LA7,  i due spicchi Gambero Rosso, Guida Osteria d’Italia di Slow Food, Golosario, un libro edito da Cairo Editore, Cucina a Sud in collaborazione con Luciano Pignataro sono solo alcuni  dei sogni che fino ad oggi ha realizzato e che lo vedono impegnato quotidianamente a migliorarsi e a migliorare se stesso e la sua eccellente tecnica e sensibilizzare le persone ad acquistare locale, aiutando tutti quegli agricoltori che sono conservatori di qualità, varietà, tradizione.

Un impegno il suo non da tutti, e soprattutto un legame con Macerata Campania così forte da rendere la Pizzeria Doro Gourmet una location di destinazione.

Avrebbe potuto aprire a New York, a Barcellona, o nella centralissima e più vicina Caserta per rimanere sul suo territorio oppure percorrere la strada più semplice per lui scegliendo di rimanere al lavoro sulle navi da crociera MSC assicurando così un futuro florido a se stesso ad alla sua famiglia.

Invece no, tra tutte ha scelto Macerata Campania proprio perché è la sua terra, perché  è da lì che è partito per i suoi viaggi, ed è lì che ha mosso i primi passi da ragazzo imparando l’arte bianca che oggi esporta a livello nazionale.

 

 

In foto da sinistra ( Luca Doro nello stand Petra Molino Qualglia.)

 

Qualche giorno fa  causa di un corto circuito si è incendiata la Cartoleria L’aquilone sita proprio sul territorio Maceratese. Luca assieme ad altri esercenti e singoli cittadini hanno deciso di attivare un meccanismo di solidarietà per aiutare la proprietaria dell’esercizio incendiato mettendo su una raccolta fondi in suo sostegno.

Un gesto nobile, in un periodo come quello che tutti noi stiamo attraversando dato dall’emergenza covid-19.

Luca Doro:  Quando l’amore per la propria terra supera ogni confine.

 

(Il post con cui Luca Doro ha comunicato la sua intenzione di sostegno per la Cartoleria L’aquilone di Macerata Campania)

 

 

 

Nel suo post apparso Lunedì primo Febbraio sulla pagina della Pizzeria Doro Gourmet è lui stesso ad annunciare il triste evento e a dichiarare che tutto l’incasso della serata sarà devoluto in favore dell’esercizio danneggiato e con l’ottimismo di chi nella vita ne ha affrontate tante e quello che lo distingue da molti colleghi  termina dicendo: Tornerà il sorriso.

Il senso del post in sintesi è: Voi, popolo maceratese mi avete sempre sostenuto ed io non posso fare altro che ricambiare così.

Ecco perché all’inizio scrivevo che per me ha già vinto.

È quello che dovremmo imparare tutti noi nella vita ad essere positivi, a guardare il nostro futuro con ottimismo, ad affrontare anche i periodi più difficili con un sorriso proprio come lui.

 

Qualche tempo fa mentre il nostro chef Antonio De Francesco  preparava le puntate che poi sono andate in onda sul canale You Tube di Reciper  dedicate alla Pizzeria Doro Gourmet, proprio in un confronto tra i due dove Antonio esprimeva le sue perplessità sul futuro della Ristorazione Luca lo rassicurò con delle parole bellissime:

“Antò, possiamo stare a telefono anche per un altro mese ma devi convincerti che la nostra è una missione.
Noi lavoriamo spinti da una passione forte, anzi, fortissima e potremmo uscirne vincitori solo se, alle persone che ci scelgono gli parliamo di tutto questo, del nostro racconto, da dove ne veniamo e perchè facciamo quello che facciamo come lo facciamo rendendoli partecipi proprio del sacrificio che portiamo cucito sulle nostre giacche.
N’tò nuje simm figli’e ra terra ‘e chesta terra nun ‘cé pò tradì”!

 

(Trovi il post qui se vuoi dargli uno sguardo)

 

In foto da sinistra (Antonio De Francesco, Luca Doro)

 

 

Credo che in queste parole venga espresso a pieno la sua indole forte, verace, positiva ma soprattutto sempre pronta a dare supporto al prossimo.

 

Detto questo, da Dicembre Luca è impegnato alla partecipazione del concorso Personaggio dell’anno indetto da Italia a Tavola  ed ha superato la prima fase preliminare superando tanti colleghi molto più famosi e blasonati di lui.

Proprio in queste ore si è passati alle votazioni del secondo turno ed alla fase finale in cui si ritrova a gareggiare con nomi del calibro di Gabriele Bonci e Gino Sorbillo, non male!

Tuttavia, almeno per noi di Reciper, il titolo di Personaggio dell’ anno di Italia a Tavola  lo ha già vinto senza nemmeno affrontare la finale perché sono proprio gesti solidali come quello che sta compiendo Luca che rendono le comunità più belle da vivere ed ha tutta la nostra ammirazione.

Noi di Reciper vogliamo, anche grazie al vostro aiuto, dargli un sostegno proprio come lui fa con chi ne ha bisogno, ed è quello di votarlo e farlo votare da amici e conoscenti perché riteniamo lui il vero Personaggio dell’anno e non solo di Italia a Tavola ma di una intera comunità e del valore al sostegno collettivo che possiamo tramandare alle nuove generazioni.

 

Per votarlo devi solo seguire tre semplici passaggi:

1) Vai  >> QUI <<

2) Seleziona la spunta nella casella della foto che lo ritrae nella categoria Pizzaioli

3) Scorri in fondo alla pagina e conferma la tua scelta.

Dai che insieme possiamo farcela #ForzaLuca !

 

 

 

Published by

Matteo Leri

Copywriter, Italo Argentino, sono sempre stato appassionato di food e questa mia passione mi ha portato ad imparare a scriverne. Per Reciper infatti scrivo e soprattutto sono tester ufficiale di tutte le ricette degli chef :P. Influenzato da due grandi culture presenti nella mia famiglia (Italiana e Argentina) hanno creato una buona forchetta al quadrato, me!

Rispondi

X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: